mercoledì

Nel senso di un dolore-lupostyle

Un giorno ho cancellato tutto.... ho preso le mie idee e le ho buttate nel cesso.
Di testa me ne stavo andando, la prudenza la stavo via gettando.
E' come un male contagioso ordinavo a me stesso di essere più orgoglioso..
Giravo intorno come un cane che aveva solo voglia di sbranare.
Qualsiasi cosa mi dava fastidio.
Abbandonavo sogni e speranze..
non ascoltavo più coscienze...
e sparavo a zero sulla mia mente.
Un male doloroso mi accarezzava tutto.
Mi attanagliava la sera e me ne andavo via di testa, spezzando via la catena.
Un inferno ad ogni movimento, ogni singolo evento...
Era un accanimento... ricordo lo sgomento, ricordo ogni momento.
Perfetto adesso son guarito, ma non lo potrei giurare....
Ma non mi accanisco più come un cane.
Ma la mente è strana, a volte si rinchiude nella sua tana.
Ho visto quello che si è rotto di colpo ha fatto il botto.
Adesso, ogni mio tormento, ogni mio movimento...
è consacrato in me è dentro....  e forse ora è sparito....
quel demone maledetto che mi bruciava dentro il petto.
A volte di lui ho ancora paura....  non sempre lo saprei domare.....
ma so gestirlo e farlo placare...  adesso si...
sono sincero....
ed è tutto vero.

Nessun commento:

Posta un commento

cosa ne pensi?

Archivio notizie

Visualizzazioni